Monday, September 25, 2017

Il mattone

 

Pur sforzandomi, ricordo a malapena il suo aspetto, forse aveva capelli rossicci e nodose ginocchia valghe. Risento però la sua voce appiccicosa come melassa impastoiarsi ai miei timpani, un timbro colloso. Passava pigramente dalla sedia del bar ai gradini della chiesa, ozioso e svogliato. Quell’apatia esasperata gli impediva ogni attività lavorativa. Forse era malato, qualche deficienza chimica o alterazione metabolica lo costringevano all’indolenza forzata. Una nebbiosa mattina che poltriva cupo accanto ai cassonetti due operai lo caricarono sul cassone del camion tra calcinacci, tegole e sanitari. Venne smaltito nel pomeriggio tra gli inerti, senza che proferisse parola.

 Illustrazione per un microracconto di Riccardo Maria Boccardi e il suo progetto Racconti Crestati.

Tuesday, June 6, 2017

Carlo Slurponi


Ovvero l'incrocio fra Carlo Peroni e il suo personaggio Slurp! che tanto mi divertì negli anni'80, per non parlare di Zio Boris, realizzato insieme ad Alfredo Castelli. Un piccolo omaggio per l'Associazione Perogatt che raccoglie e ricorda i suoi innumerevoli lavori.

Friday, March 31, 2017

Underground Popeye


I prodigiosi effetti degli spinaci in un inedito Popeye underground del 2006, in bella vista ora nella mia mostra PermaMente a FuoriLuogo Asti.

Tuesday, March 21, 2017

Tre Baroni per un Conte


Otto, Klaus & Victor Von Cryptic. 
Grotesque commission per il mio hard fan Filippo Conte.

Thursday, December 15, 2016

A Christmas Popeye


Quando un parente stretto ti chiede un disegno in regalo per Natale non hai scampo.

Sunday, December 11, 2016

Cryptic commission


Una cartolina dalla Città Criptica (apparsa su Grotesque 2, 3 e 4) realizzata su commissione.

Friday, November 18, 2016

Fantastic Foureyes




































Quattro occhi sono meglio di due, tanto più se sono Fantastici. 
Un omaggio a Earl Foureyes, il detective mutante di Stefano Zattera.

Saturday, October 22, 2016

Teste Matte lost cover


 Illustrazione di copertina scartata per il libro "Teste Matte" di Guido Lombardi e Salvatore Striano, edito da Chiarelettere nel 2015. All'inizio l'intenzione era di stemperare la durezza della vicenda con un taglio più solare e scanzonato, poi gli autori cambiarono idea. Questa é quella poi utilizzata, non mia.